Conclusioni

Alice Bolognani

Gli studi presentati in questo capitolo mostrano in maniera molto chiara l'importanza di non ignorare, in fase di progettazione, l'estetica dell'artefatto. Essi mostrano, altresì, come sia possibile affrontare il problema dell'estetica nelle interfacce tramite metodologie di indagine di tipo scientifico.

Ovviamente, restano una grande quantità di problemi irrisolti. Che ruolo ha la cultura nella determinazione dei giudizi estetici di un artefatto, considerando il fatto che la bellezza nasce da vari tipi di codici estetici che mutano a seconda della cultura stessa? Un'interfaccia usabile è considerata esteticamente più attraente di una non usabile a parità di altri aspetti? Un' interfaccia che rispetta i parametri estetici è effettivamente più usabile in termini di usabilità inerente e non esclusivamente percepita? Dal momento che usabilità ed estetica, o più in generale, l'accettabilità di un sistema concorre a determinare lo stato emotivo dell'utente e queste informazioni sulle emozioni possono essere rilevanti per inferire la qualità dell'interazione, com' è possibile indagare e misurare questi fenomeni?

Iscriviti alla newsletter

UX Tuesday è una newsletter bimensile: ogni due martedì - a partire da martedì 8 gennaio 2019 - verrà pubblicato un articolo di ux, architettura dell'informazione, usabilità.

I prossimi articoli:

  • la cognitive information architecture
  • tu non sei il tuo utente
  • le interfacce sono linguaggi
  • ux e cognizione distribuita
  • la actor network analysis
  • activity is the new experience
*sono i campi obbligatori

Puoi annullare la tua sottoscrizione in qualsiasi momento attraverso il link in fondo alle mail.

Questa mailing list utilizza Mailchimp. Pertanto, iscrivendoti alla mailing list le tue informazioni saranno gestite da Mailchimp.Le regole di privacy di Mailchimp