2.2-Soggetti dipendenti - indipendenti dal campo.

Luca Pieti

Tra gli studi sugli stili cognitivi quelli che si riferiscono al concetto di dipendenza e indipendenza dal campo occupano un posto privilegiato (Messick, 1986).

Herman A. Witkin, che si é dedicato esclusivamente allo studio di tali stili per circa trenta anni, é stato l'iniziatore.

Lo stile cognitivo campo dipendente - indipendente é stato individuato in uno studio sui processi percettivi focalizzato sull'uso e la funzione dei segnali provenienti dall'interno del corpo o dall'ambiente esterno necessari per poter determinare la posizione verticale di un segmento presentato in posizioni differenti (Witkin, 1950). Per questa indagine Witkin utilizzò due compiti percettivi: il "Rod and Frame test", ed il "Body Adjustment test".

Per quanto riguarda il primo test, ai soggetti, posti in una stanza buia, era richiesto di osservare una cornice luminosa, inclinata in vario modo, entro cui veniva posto un segmento luminoso che questi dovevano cercare di disporre in verticale.

Nella seconda prova i soggetti sedevano su una poltrona in una stanza inclinata e dovevano aggiustare la posizione del loro corpo rispetto all'asse verticale.

É emerso che solo i soggetti che basavano le loro valutazioni su segnali interni, definiti soggetti campo - indipendenti, fornivano i giudizi più accurati; mentre coloro che si basavano su segnali esterni, soggetti campo - dipendenti, fornivano giudizi meno accurati o del tutto errati.

Tale dimensione "campo dipendente - indipendente" é stata ampiamente studiata. Essa permette di distinguere gli individui rispetto alle loro attitudini a percepire un elemento separato dal suo contesto e rispetto all'utilizzo di un'attitudine analitica nella risoluzione dei problemi. É importante, a questo punto, ripetere come parlando di soggetti campo dipendenti o indipendenti non si faccia però riferimento a due tipi di individui, ma piuttosto a soggetti che hanno una tendenza a situarsi verso l'uno o l'altro polo della dimensione.

A livello percettivo i soggetti campo indipendenti riescono a "articolare" campi poco strutturati, mentre i soggetti campo dipendenti li percepiscono campi nel loro stato "informe". Ciò porta a considerare i primi come "attivi" mentre i secondi come piuttosto "passivi" (Huteau, 1987).Benché questo genere di riflessione sia molto generale e socialmente connotato, ha permesso di mettere in evidenza tutta una serie di fenomeni. La dimensione campo indipendente - dipendente assume un significato più esteso, pur restando nel campo della percezione: i soggetti campo indipendenti si caratterizzano per un approccio articolato del campo, mentre i campo dipendenti per un approccio globale. In altri termini questo stile si distingue tra una modalità percettiva - analitica, che riesce a cogliere facilmente gli elementi dal loro contesto, ed una modalità percettiva - globale, che apprende gli avvenimenti come un tutto, in maniera più indifferenziata.

Un altro esperimento molto noto che permette di mettere in evidenza le categorie cognitive di dipendenza e indipendenza dal campo é il test delle figure " nidificate"- "Embedded Figure Test"-. Questo test, sviluppato a partire da un test di Gottschaldt (1926) e Thurstone (1944), richiede al soggetto di identificare delle figure, appunto, nidificate inserite in strutture più complesse. Witkin (1950) trovò differenze individuali consistenti nell'abilità di posizionare una semplice figura nascosta in un campo più complesso. Infatti essendo l'elemento del campo una figura semplice e il contesto una figura più complessa si verifica "un conflitto" dovuto alla forte strutturazione della figura complessa.

Con tale prova Witkin riscontrò che i soggetti avevano un diverso grado di difficoltà nell'estrarre una figura da un campo proposto o di trovare una figura target nascosta, dimostrando, quindi, come i soggetti campo dipendenti fossero più abili ad individuare la figura semplice, rispetto ai campo indipendenti. Ciò veniva imputato al fatto che questi ultimi erano maggiormente condizionati dalla complessità della situazione stimolo. Infatti, i soggetti campo indipendenti hanno la tendenza ad imporre al campo una struttura il cui grado di esistenza é debole, mentre i soggetti campi dipendenti hanno una tendenza a restare aderenti al campo.

Si é, inoltre, osservato come, mediamente, vi siano differenze inter-sessi nell'Embedded Figure Test e, in generale nei test che valutano la dimensione campo dipendente - indipendente: gli uomini sembrano più caratterizzati dallo stile "campo indipendente", rispetto alle donne (Huteau, 1987). Benché ciò non possa essere assunto come un fenomeno universale (Van Leeuwen, 1978), é pur vero che l'indipendenza dal campo, in media, é più elevata tra gli uomini

Witkin, et al. (1981) propongono, quindi, un modello gerarchizzato del processo d'integrazione e del trattamento della informazione per la pianificazione delle risposte e delle informazioni interne o esterne, da cui emerge che i soggetti dipendenti dal campo trattano parzialmente gli indici esterni e vice versa per i soggetti indipendenti dal campo.