Conclusioni

Stefano Bussolon, Diego Varotto

La realtà virtuale sta guadagnando spazio nei laboratori di ricerca: nonostante il tipo di interazione ed il grado di immersività siano tuttora piuttosto limitati, il livello tecnologico è oramai tale da rendere proficuo ed interessante il loro utilizzo in sede sperimentale. In questo momento la ricerca risulta piuttosto pioneristica: da un lato la realtà virtuale viene adottata in contesti sempre più ampi quale strumento di ricerca; d'altra parte questa tecnologia costituirà, per gli anni a venire, un interessante oggetto di studio e di sperimentazione. I risultati ottenuti con gli esperimenti da noi condotti lasciano ben sperare in entrambe le direzioni: da una parte la tecnologia offre delle possibilità tali che i vantaggi sembrano già superare i costi ed i limiti, in un contesto tecnologico dove si registrano miglioramenti significativi nello spazio di sei mesi. D'altra parte è proprio in contesti sperimentali strutturati che limiti e potenzialità possono meglio essere valutati, misurati e in parte superati.

Iscriviti alla newsletter

UX Tuesday è una newsletter bimensile: ogni due martedì - a partire da martedì 8 gennaio 2019 - verrà pubblicato un articolo di ux, architettura dell'informazione, usabilità.

I prossimi articoli:

  • la cognitive information architecture
  • tu non sei il tuo utente
  • le interfacce sono linguaggi
  • ux e cognizione distribuita
  • la actor network analysis
  • activity is the new experience
*sono i campi obbligatori

Puoi annullare la tua sottoscrizione in qualsiasi momento attraverso il link in fondo alle mail.

Questa mailing list utilizza Mailchimp. Pertanto, iscrivendoti alla mailing list le tue informazioni saranno gestite da Mailchimp.Le regole di privacy di Mailchimp