Prevedibilità (Predictability)

Tania Busetti

Un sito è prevedibile nel momento in cui l'utente può conoscere in anticipo le conseguenze delle sue azioni.

L'interazione tra uomo ed oggetto (secondo il modello di Norman) influenza le azioni successive e partecipa alla formazione di un modello concettuale: il feedback restituito dall'oggetto, e in questo caso dal sito Internet, orienta l'utente nella valutazione delle azioni. Un feedback ben progettato dota il sito di prevedibilità, cioè dà all'utente la capacità di prevedere gli effetti delle sue azioni sulla base dell'esperienza dei feedback precedenti, e di sintetizzabilità, cioè permette di valutare i cambiamenti provocati dalle azioni passate sullo stato presente del sistema.

Anche il concetto di visibilità è strettamente correlato a quello di prevedibilità: la visibilità di un artefatto è buona nel momento in cui l'utente può coglierne le potenzialità, scoprirne gli utilizzi, prevederne gli effetti.

La prevedibilità di un sito si costruisce continuamente sull'esperienza dell'utente: se un particolare insieme di comandi ha funzionato in una data situazione, funzionerà anche in una situazione simile.

[Vedi anche Affidabilità e Consistenza]

Iscriviti alla newsletter

UX Tuesday è una newsletter bimensile: ogni due martedì - a partire da martedì 8 gennaio 2019 - verrà pubblicato un articolo di ux, architettura dell'informazione, usabilità.

I prossimi articoli:

  • la cognitive information architecture
  • tu non sei il tuo utente
  • le interfacce sono linguaggi
  • ux e cognizione distribuita
  • la actor network analysis
  • activity is the new experience
*sono i campi obbligatori

Puoi annullare la tua sottoscrizione in qualsiasi momento attraverso il link in fondo alle mail.

Questa mailing list utilizza Mailchimp. Pertanto, iscrivendoti alla mailing list le tue informazioni saranno gestite da Mailchimp.Le regole di privacy di Mailchimp