Convenienza (Convenience)

Tania Busetti

L'utente ha la sensazione che il prodotto sia utile e adatto alle operazioni che deve svolgere. Un artefatto è conveniente se i benefici dell'uso sono maggiori dei costi (economici e cognitivi).

Ancora oggi, in diversi contesti produttivi, si tende a sottovalutare l'usabilità, ritenendo che essa comporti dei costi che non vale la pena affrontare dal momento che non si intravedono vantaggi immediati per l'azienda produttrice. Quello che va considerato, invece, è che un prodotto inusabile può essere quasi del tutto inutile o, peggio, può rappresentare un costo piuttosto elevato.

Una produzione non orientata all'usabilità e alla qualità del prodotto non fa altro che aumentare i costi di produzione facendoli pesare quasi interamente sull'utente finale. Anche i vantaggi dell'usabilità non riguardano solo gli utenti finali, ma anche le aziende produttrici.

Grazie ad un'interfaccia usabile gli utenti finali incrementano la loro produttività e la qualità del lavoro, attraverso la riduzione della fatica e dello stress, e quindi aumentano anche la soddisfazione; inoltre, riducono i tempi di esecuzione delle attività, gli errori e i tempi di recupero degli stessi, i tempi per richiedere supporto e assistenza e i tempi di apprendimento.

Invece, i benefici che ne possono trarre le aziende produttrici riguardano l'incremento della vendite, della qualità dei prodotti e della produttività attraverso la riduzione dei tempi di sviluppo, degli interventi e dei costi di manutenzione e di assistenza (ad esempio: call center), dei costi della formazione per gli utenti finali, della documentazione utente (manuali e guide operative) e dei tempi per la sua realizzazione.

Progettare un artefatto usabile è conveniente anche per le aziende produttrici.

Il rapporto costi/benefici nell'ingegneria dell'usabilità è di circa 1 a 10-100, il che significa che per ogni dollaro speso per incrementare l'usabilità, l'azienda ne realizza un beneficio tra 10 e 100 dollari (Donahue, Weinschenk, Nowicki, 1999 “Usability is good business”).

Iscriviti alla newsletter

UX Tuesday è una newsletter bimensile: ogni due martedì - a partire da martedì 8 gennaio 2019 - verrà pubblicato un articolo di ux, architettura dell'informazione, usabilità.

I prossimi articoli:

  • la cognitive information architecture
  • tu non sei il tuo utente
  • le interfacce sono linguaggi
  • ux e cognizione distribuita
  • la actor network analysis
  • activity is the new experience
*sono i campi obbligatori

Puoi annullare la tua sottoscrizione in qualsiasi momento attraverso il link in fondo alle mail.

Questa mailing list utilizza Mailchimp. Pertanto, iscrivendoti alla mailing list le tue informazioni saranno gestite da Mailchimp.Le regole di privacy di Mailchimp