Introduzione

Daniele Ziggiotto

Da quanto detto finora, emerge che il concetto di usabilità non è facilmente definibile quando si tratti di applicarlo all'interazione fra l'utente e un sistema complesso, quale può essere una applicazione software come Microsoft* Microsoft Word o un sistema ipertestuale e che non esiste un "formulario magico" che permetta di guidare il processo di progettazione di un sistema in modo da creare prodotti infallibili e perfettamente intuitivi, e l'evoluzione del software cui abbiamo assistito in questi anni è una conferma di ciò: dalle prime applicazioni software apparse sul mercato, che richiedevano un periodo di apprendimento lungo e faticoso, si è giunti ai prodotti attuali, ancora lontani dalla perfezione, ma sicuramente più semplici da utilizzare. L'usabilità di un prodotto, quindi, va ricercata per mezzo di una progettazione iterativa, per approssimazioni successive. Dal momento che questa filosofia di progettazione prevede la realizzazione di una serie di prototipi, che, volta per volta, necessitano di un esame che ne evidenzi gli eventuali problemi di utilizzo, risulta chiaro che il momento cruciale di una buona progettazione è quello della valutazione dell'usabilità dei prototipi. La valutazione è il nucleo centrale del processo di creazione di un sistema, perché permette di rilevare i difetti introdotti in fase di progettazione e di misurare i miglioramenti apportati dai cambiamenti effettuati nelle precedenti fasi del progetto. Il concetto di usabilità, quindi, non può essere in nessun modo separato da quello di valutazione della stessa.

In questo capitolo, pertanto, verrà presentata una rassegna dei più comuni e diffusi metodi di valutazione dell'usabilità, con l'intento di fornire una panoramica sufficientemente completa dello stato dell'arte riguardo a questa materia. Essi verranno analizzati singolarmente, indicando per ciascuno le modalità e il contesto ideale di esecuzione, i pregi e i difetti. Le metodologie elencate si riferiscono alla pratica di analisi dell'usabilità in generale e non sono esclusive del campo di applicazione relativo al Web, al quale sarà dedicata in seguito una sezione specifica.

Iscriviti alla newsletter

UX Tuesday è una newsletter bimensile: ogni due martedì - a partire da martedì 8 gennaio 2019 - verrà pubblicato un articolo di ux, architettura dell'informazione, usabilità.

I prossimi articoli:

  • la cognitive information architecture
  • tu non sei il tuo utente
  • le interfacce sono linguaggi
  • ux e cognizione distribuita
  • la actor network analysis
  • activity is the new experience
*sono i campi obbligatori

Puoi annullare la tua sottoscrizione in qualsiasi momento attraverso il link in fondo alle mail.

Questa mailing list utilizza Mailchimp. Pertanto, iscrivendoti alla mailing list le tue informazioni saranno gestite da Mailchimp.Le regole di privacy di Mailchimp